Si chiude lo StartUp Tour di Telethon – BNL

, , , , , ,

Si è concluso ieri lo Startup tour di Telethon in collaborazione con BNL, cui GeckoWay ha partecipato presentando il proprio progetto di punta – BeeInclusion – in diverse città d’Italia.

Parte lo Startup Tour di Bnl e Telethon con BeeInclusion

, , , , , ,

Dal 29 novembre al 20 dicembre 2018, il progetto di punta di GeckoWay Srl, BeeInclusion, sarà presente in alcune città d’Italia per raccontare come è nato il primo Motore di Ricerca per il Sociale e quali sono le nuove opportunità per utenti e fornitori nel mondo dell’accessibilità.

BeeInclusion a Radio Capital

, , ,
BeeInclusion ospite ai microfoni di Riccardo Quadrano, durante il suo programma “Capital Startup“: una bella occasione per confrontarci sui temi dell’inclusione, dell’accessibilità e della tecnologia al servizio delle necessità specifiche.
 
L’obiettivo è quello di evitare all’utente di vagare per diversi siti per ore o doversi affidare al solo passaparola per arrivare ad un servizio accessibile” – ha spiegato l’Ing. Marco Rinelli ai microfoni di Radio Capital. “L’idea è quella di offrire supporto mediante un’unica piattaforma: su BeeInclusion abbiamo infatti inserito moltissime categorie, dalla ristorazione, ai viaggi, al mondo dell’assistenza, allo sportLa cosa più rilevante è che abbiamo verticalizzato il nostro motore di ricerca sul concetto di necessità: gli utenti possono prenotare ed organizzare le proprie esperienze singolarmente o in gruppo, inserendo le necessità di ognuno. Questo per noi ha rappresentato il grosso valore aggiunto rispetto a tutti gli altri motori di ricerca presenti online“.
Ma qual è l’elemento più ricercato dagli utenti? BeeInclusion ha iniziato indicizzando migliaia di servizi, ma trasporti e servizi alberghieri sono stati tra i più ricercati nella prima fase del progetto, specialmente nel settore dei bed&breakfast.
 
In Italia si sta facendo abbastanza per il mondo della disabilità?” ci ha chiesto Quadrano: “Siamo ancora molto indietro, ma sta finalmente crescendo la sensibilità sul tema. Rispetto ad altri Paesi europei siamo qualche passo indietro, questo è vero,ma è proprio per questo che ci siamo concentrati sulla costruzione di un network a 360° che permetta da una parte agli utenti di trovare servizi accessibili, e dall’altra a chi ne offre di aumentare il proprio lavoro. Onlus, enti ed associazioni possono far parte del network tanto quanto le aziende, con l’obiettivo di creare il più grande Motore di Ricerca dedicato all’Inclusione”.
ASCOLTA IL PODCAST