Il Piano Impresa 4.0 verrà implementato con una dotazione di 5 milioni di euro nel 2018, 125 milioni di euro nel 2019 e 175 milioni di euro nel 2020

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato ben 305 milioni di euro per lo sviluppo di capitale digitale, con lo scopo di favorire competitività e produttività. La manovra è stata varata dal governo durante il periodo natalizio e consiste in un’implementazione del già esistente Piano Industria 4.0 che ora ha cambiato nome in Impresa 4.0.
Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha infatti previsto di stanziare 5 milioni di euro nel 2018, 125 milioni nel 2019 e 175 milioni nel 2020, per “progetti di ricerca e innovazione da realizzare in Italia ad opera di soggetti pubblici e privati, anche esteri“, col fine di sviluppare “capitale immateriale funzionale alla competitività del Paese“. Inoltre, il fondo in questione coprirà spese di supporto operativo e amministrativo per la realizzazione di tali progetti.
Scopo della nuova manovra economica, è quello di sostenere la Ricerca in campo tecnologico e mettere sul mercato prodotti innovativi, come stanno già facendo gli Stati Uniti e la Gran Bretagna. Il Fondo statale, pertanto, sosterrà i privati, le università e le startup nelle operazioni di Ricerca e Sviluppo legate al mondo digital.
Prima che il Fondo venga attivato, tuttavia, dovrà essere delineato un regolamento concordato da Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ministero dello Sviluppo e Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; tale regolamento dovrà definire quali saranno le aree di intervento e quali i criteri di gestione ed assegnazione dei fondi.
A questo link è possibile consultare il pdf elaborato dal Ministero dello Sviluppo Economico per capire quali sono stati i risultati del Piano Industria 4.0 nel 2017 e quali sono gli scenari futuri previsti per il 2018.

SCOPRI QUALI VANTAGGI PUOI AVERE USUFRUENDO DEI FONDI STATALI IMPRESA 4.0 CON GECKOWAY

CONTATTACI